Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

DECALOGO DEL CACCIATORE DI SELEZIONE

Pubblicato su da distretto.1ee.santacristina.over-blog.it

  img275.jpg

PRIMA DEL TIRO.

1)Prima di iniziare il prelievo acquistare sicurezza con la propria arma con lunghi allenamenti al poligono di tiro.

2)Ad ogni uscita assicurarsi che la propria arma sia in perfette condizioni di funzionamento.

3)Giunti sul luogo di caccia preparare un valido appoggio per effettuare il tiro in perfetta stabilità.

4)Non sparare mai:

- a braccio libero.

-ad animali in movimento o allertati.

-ad animali coricati.

-in condizioni di scarsa visibilità.

-a lunga distanza.

5)Sparare soltanto quando l’animale è di fianco.

6)Accertarsi sempre che tra il vivo di volata della carabina ed il bersaglio non ci siano ostacoli, anche minimi, che possano deviare la palla.

7)Accertarsi sempre che la traiettoria della palla si concluda sempre con l’impatto sul terreno.

 

img279.jpg

DURANTE IL TIRO.

1)Non chiudere mai l’occhio, con il quale state prendendo la mira, nel momento dello sparo è importantissimo cogliere la reazione dell’animale al colpo.

img276.jpg

DOPO IL TIRO.

1)Ricaricare immediatamente l’arma e tenersi pronti ad esplodere un secondo eventuale colpo sull’animale ferito che tenti la fuga.

2)Sia che l’animale sia stato colpito a morte, che sia ferito, o che sia fuggito illeso, non lasciare mai la posizione di sparo e tenersi pronti con l’arma di nuovo carica per 10/15 minuti.                                                                L’animale ferito percepisce il dolore ed è spinto a fermarsi. Se non collega il suo stato fisico con il pericolo resta li fino al sopraggiungere della morte. Se Percepisce la presenza dell’uomo ha un aumento di adrenalina e scappa finché ha forza.

3)Sia che l’animale sia fuggito, ferito o che sia fuggito illeso, controllare sempre il punti di impatto.

4)Avvicinarsi al punto di impatto sempre in perfetto silenzio con attenzione alla provenienza del vento, pronti a fare uso della carabina per il colpo di grazia, se necessario.

5)Cercare con scrupolo, sul punto d’impatto, gli indici di ferimento, anche quando si ha la certezza di aver mancato il colpo.

6)Nel caso in cui siano trovati gli indici di ferimento segnare sempre il punto e la via di fuga presa dal selvatico.Gli indici di ferimento vanno sempre coperti con fronde.

7)Non effettuare mai la ricerca dell’animale ferito a distanze superiori di 50/80 metri dall’anschuss.  Effettuare sempre la prima ricerca in modo tale da non pregiudicare l’eventuale intervento del cane da caccia. Non tentare il recupero da soli o con altri cani non abilitati al servizio.

8)Nel caso di capo rinvenuto morto provvedere immediatamente ad apporre il contrassegno inamovibile.

9)Sventrare il capo abbattuto nel modo più rapido possibile affinché la carcassa possa raffreddarsi velocemente.

10)Nel caso di mancato ritrovamento del capo, in quanto ferito, contattare al più presto il Referente del Distretto ed il Servizio di Recupero degli Ungulati Feriti, fornendo tutte le informazioni utili al suo ritrovamento.

img277.jpg

 

Commenta il post